Crea sito

11a Giornata di Campionato: Il Nova cede il passo al Poggio.

Seconda sconfitta stagionale, la prima in trasferta, per il Novafeltria, battuto 1-0 da un determinato Athletic Poggio, ben messo in campo da mister Nicolini. I gialloblu di Fabbri rimangono in vetta, ma vengono agganciati dal Morciano a quota 21. Grazie alla splendida vittoria nel derby, l’Athletic Poggio insegue a pari punti con il Real Miramare a -1.

La prima emozione della gara arriva al 16′, Tadzhybayev salta Farabegoli e calcia dalla lunga distanza, il rimbalzo complica l’intervento di Semprini che devia in corner sulla sua destra. Sul cross successivo dalla bandierina la palla si alza a campanile tre volte, prima del tiro da fuori area di Casadei: ottima la coordinazione, conclusione potente che non inquadra il bersaglio. Al 19′ Tadzhybayev entra in area sulla sinistra, finge di rientrare sul destro e trova il fondo, con il mancino cross rasoterra che viene deviato dalla difesa in corner, ad anticipare il comodo tap-in di Pracucci. Ancora Tadzhybayev calcia dalla bandierina e trova il colpo di testa vincente di Kabbori, con Semprini in uscita scavalcato dal cross. Il Novafeltria dopo il gol prova a prendere in mano il pallino del gioco, ma non riesce a insidiare la porta difesa da Sebastiani. L’Athletic Poggio, giovandosi della fantasia di Tadzhybayev, spinge con profitto sulla sinistra: al 36′ sempre su corner battuto dall’ex Pietracuta, Guiducci sottoporta calcia alto il pallone del raddoppio, dopo l’ottima sponda di testa di Pracucci. Il Novafeltria risponde al 41′ con guizzo del solito Cupi, che si libera al cross in dribbling. Il colpo di testa non è però la specialità di Fraboni che non riesce a coordinarsi, mancando l’occasione del possibile 1-1.

Nella ripresa al 51′ Fabbri passa al 3-5-2 inserendo Francesco Baldinini a supporto di Stefanelli, mentre sessanta giri di lancette dopo è proprio l’attaccante sammarinese a cercare l’eurogol, il pallonetto di destro non inquadra il bersaglio. La gara si mantiene equilibrata, senza regalare grandi sussulti fino al 71′, quando Stefanelli cade in area sul contatto con Campanelli, mentre cercava di avventarsi sul corner battuto da Fraboni. L’arbitro Corticelli lascia proseguire tra le proteste degli ospiti. Il Novafeltria sfiora il pareggio al 76′, con un lancio di Amantini dalla propria metà campo che trova l’inserimento di Stefanelli. Sebastiani esce con tempismo e rinvia di piede, ma Baldinini è pronto alla conclusione dalla trequarti a porta vuota: la sfera si alza di poco. Un minuto dopo ancora Tadzhybayev strappa applausi con un dribbling fulminante e il cross che viene deviato in rete da Manfroni con la mano. Gol giustamente annullato e giallo per l’attaccante subentrato a Kabbori. Al 79′ il Novafeltria ha la grande occasione del pareggio su calcio di rigore: lancio di Amantini che trova la sponda di Stefanelli per il tiro dal limite di Baldinini, Raffelli sulla traiettoria cerca e trova il contatto con Campanelli. Dagli undici metri si presenta Stefanelli, che cerca di spiazzare il portiere: Sebastiani rimane in piedi fino all’ultimo e balza alla sua destra, bloccando il pallone. Nel recupero l’Athletic Falco spreca la palla del raddoppio con Tadhybayev che dribbla il portiere Semprini, ma di sinistro calcia a lato in diagonale. 

Athletic Poggio – Novafetria 1-0

Reti: 19′ Kabbori (AP) 

At.Poggio (4-2-3-1): 1 Sebastiani A. – 2 Ceccarini 5 Campanelli 4 Tomassoni 3 Guiducci – 6 Casadei 8 Bartolini – 11 Pracucci (13 Fontana dal 90′) 10 Succi 7 Tadzhybayev – 9 Kabbori (18 Manfroni dal 64′).

In panchina: Montagna, Ceccolini, Pagliarani, Fornino, Bargellini.

Allenatore: Nicolini.

Novafeltria (3-1-5-1): 1 Semprini – 4 Ceccaroni (17 Baldinini Fed. dall’87’) 6 Rinaldi 5 Raffelli G. – 7 Farabegoli – 2 Cupi 11 Mahmutaj (16 Arapi dal 51′) 10 Fraboni (15 Raffelli T. dal 73′) 8 Amantini 3 Gori (18 Baldinini F. dal 51′) – 9 Stefanelli.

In panchina: Germani, Fattori, Sebastiani M.

Allenatore: Fabbri.

Arbitro: Corticelli di Forlì.

Ammoniti: Bartolini, Mahmutaj, Cupi, Farabegoli; Guiducci, Manfroni, Campanelli, Raffelli G., Sebastiani.

Fonte Altarimini